VALVOLE A LEVA

semiconduttori | valvole
descrizione
valvola a leva, in cui lo spostamento dell’otturatore è angolare appunto mediante azionamento di una leva rotante su un piano parallelo alla linea di flusso, tipicamente con una rotazione di un quarto di giro (90°). Sono tipicamente valvole a sfera, maschio, farfalla.
applicazioni
negli acquedotti come organo di intercettazione dell’acqua, spesso in luogo delle saracinesche perché di ingombro assai minore e di più facile manutenzione.
nei motori ad accensione comandata, sia nel carburatore come organo di regolazione della portata dell’aria e quindi del rapporto di miscelazione (tra 12 e 15) poiché la portata di combustibile è costante (starter), sia prima dell’iniezione nei corpi farfallati come organo di regolazione della portata di miscela, attuati elettronicamente dal pedale dell’acceleratore e quindi della potenza del motore. Penalizza però il rendimento complessivo del motore ai carichi parziali, con perdite di carico nei condotti di alimentazione, per cui di recente sono stati introdotti sistemi innovativi che modificano il carico del motore agendo sulle alzate delle valvole senza parzializzare il condotto di aspirazione. Tali sistemi possono avere funzionamento meccanico come nel caso del Valvetronic BMW, o funzionamento elettroidraulico come nel caso del Multiair recentemente introdotto dalla FIAT. Un sensibile degrado nel tempo della precisione meccanica originale nei carburatori degli anni settanta era costituita dall’usura delle boccole su cui ruotava l’alberino di supporto, tanto che per rallentarla l’lAlfa Romeo sul modello Alfasud le realizzò in alluminio rivestito in teflon. Per lo stesso motivo nei sistemi ad iniezione diretta dove è possibile, la miscelazione invece regolata elettronicamente la portata del combustibile, mantenendo quella d’aria aspirata pressoché costante.
Richiedi una Quotazione

Privacy

15 + 10 =

RESTA IN CONTATTO

richiedi un incontro con i nostri commerciali, oppure informazioni sui nostri prodotti